ESCAPE='HTML'

Impasto salato
focaccia semplice
focaccia con le olive
focaccia con le cipolle
focaccia con i pomodorini
focaccia allo zafferano
pane
tostarelli
pane con olive
mafalde e ferri di cavallo
grissini alle olive
pizza
sfincione
Pizza ligure senza lievito
Pizza verde
Piadina romagnola/tortillas
Crespelle
Pasta sfoglia

 ESCAPE='HTML'

Impasto salato

Impasto salato

Ingredienti:

1 kg farina
500/550 ml di acqua calda
40 gr olio evo
20 gr di sale
25 gr lievito di birra
1 cucchiaino di malto d'orzo

 

 

Procedimento:

Sciogliere il lievito nell'acqua un po' calda insieme al malto d'orzo; la quantità dell'acqua dipende dall'umidità della farina e quindi da quanta è in grado di assorbirne.

Unire il sale e l'olio alla farina, versare il composto di acqua, lievito e malto d'orzo ed impastare tutti gli ingredienti sbattendo energicamente l'impasto sul piano di lavoro fino ad ottenere una pasta soffice ed omogenea.

Coprire con un canovaccio pulito e fare lievitare per almeno 1 ora.

I segreti per una lievitazione perfetta sono tre:

la temperatura dell'impasto; l'acqua calda e la camera di lievitazione a 29 gradi (per esempio il forno spento con la sola luce accesa), creano l'ambiente adatto per ottenere un risultato ottimale.
qualcosa di dolce insieme all'acqua e al lievito: il malto d'orzo nutre gli enzimi del lievito rendendoli forti e maturi per far triplicare il nostro impasto.
sbattere energicamente l'impasto due o tre volte durante la lavorazione attiva la lievitazione e favorisce la distensione delle maglie glutiniche.

Non fare MAI venire in contatto il sale con il lievito prima dell'aggiunta di quest'ultimo alla farina e all'olio; il sale indebolisce gli enzimi lievitanti.

A lievitazione avvenuta, dare la forma voluta e rimettere a lievitare nel forno spento con la luce accesa per ancora 1 ora. Cuocere a 190/200 gradi in forno caldo con una ciotolina d'acqua fino a doratura.

La ciotolina d'acqua nel forno serve a tenere umido l'ambiente di cottura così che la nostra pasta non si secchi e rimanga soffice e morbida.

Se non si vuole fare gonfiare troppo le focacce o le pizze fare lievitare direttamente per 2 ore, effettuare le ultime lavorazioni ed infornare subito.

Ecco alcune tra le più gustose lavorazioni possibili:

Focaccia semplice:

prima di infornare ungere bene l'impasto nella teglia creando delle fossette con le dita; a fine cottura aggiungere una spolverata di sale fino.

Focaccia con le olive:

prima di infornare aggiungere alla superficie le olive snocciolate e creare fossette con le dita; a fine cottura aggiungere una leggera spolverata di sale fino.

Focaccia con le cipolle:

prima di infornare aggiungere sulla superficie delle fette di cipolla bianca o rossa tagliata finemente e creare fossette con le dita; a fine cottura aggiungere una spolverata di sale fino.

Focaccia con i pomodorini:

prima di infornare aggiungere alla superficie i pomodorini e creare fossette con le dita; a fine cottura aggiungere una leggera spolverata di sale fino.

Focaccia allo zafferano:

aggiungere all'impasto una bustina di zafferano facendolo sciogliere nell'acqua.

Pane:

prima di infornare effettuare dei tagli sulla pasta.

Tostarelli:

stendere in verticale una piccola pallina di impasto e partendo dall'alto arrotolarla su se stessa, oliare la superficie prima di infornare.

Pane con olive:

aggiungere all'impasto olive verdi e/o nere e prima di infornare effettuare dei tagli sulla pasta.

Mafalde e ferri di cavallo:

prima della seconda lievitazione spennellare leggermente la parte superiore con acqua e passare nei semi di sesamo.

Grissini alle olive:

prima della seconda lievitazione dare forma stretta e allungata e oliare la superficie.

Grissini con i semi di sesamo:

prima della seconda lievitazione dare forma stretta e allungata, oliare la superficie e passare nei semi di sesamo.

Pizza:

prima di infornare condire con pomodoro sale, pepe, origano e olio ed eventuale altra farcitura a piacere.

Sfincione siciliano:

avere cura che venga alto almeno 3 centimetri e condire  con pomodoro sale, pepe, origano, cipolle e olio.

 ESCAPE='HTML'

Pizza ligure senza lievito

Ingredienti:

250 gr di farina
120 ml acqua
passata di pomodoro
2 spicchi d'aglio
capperi
olive nere
sale
origano
olio evo

Procedimento:

Impastare la farina con acqua, sale e due cucchiai d'olio fino ad ottenere una pallina liscia e morbida. Avvolgere nella pellicola e fare riposare un'ora. Stendere l'impasto sottile a forma rotonda, e condire con passata di pomodoro, gli spicchi d'aglio tagliati sottili, sale, origano, olive nere, capperi e un giro d'olio. Cuocere in forno a 250 gradi fino a doratura dei bordi. Naturalmente è possibile sbizzarrirsi con vari condimenti.

 ESCAPE='HTML'

Pizza verde

Ingredienti:

300 gr di farina
12 gr di lievito di birra
1 cucchiaino di malto d'orzo
150 ml di acqua
12 foglie di basilico
1 cipolla
2 zucchine
4 foglie di verza
2 manciate di germogli di lenticchia (vedi Autoproduzioni)
sale
pepe
olio evo

Procedimento:

In un contenitore mescolare l'acqua tiepida, il lievito ed il malto d'orzo. In una terrina mettere la farina, il sale, 2 cucchiai d'olio e le foglie di basilico finemente tritate; unire il tutto, impastare e fare lievitare per 2 ore in luogo caldo e asciutto. Nel frattempo in una padella imbiondire la cipolla nell'olio e fare rosolare le zucchine ben lavate e tagliate a quadrettini, con sale, pepe e un bicchiere d'acqua. Quando l'acqua sarà evaporata togliere dal fuoco e frullare con un frullatore ad immersione fino ad ottenere una crema. Stendere l'impasto sopra una teglia ricoperta di carta forno, bucherellare con una forchetta e condire con la crema di zucchine, poi le foglie di verza che avremo ben lavato, mondato e tagliato a striscioline; salare, pepare, oliare bene ed infornare a 230 gradi fino a doratura della pasta. In uscita dal forno distribuire sulla superficie i germogli di lenticchia.

Per visionare come auto produrre i germogli di lenticchia visitare la pagina Autoproduzioni.

 ESCAPE='HTML'

Piadina romagnola / tortillas

Piadina romagnola

Ingredienti:

500 gr farina integrale
75 gr di olio evo
200 ml acqua
6 gr di sale
2 gr di bicarbonato di sodio

 

 

Procedimento:

In una ciotola capiente impastare tutti gli ingredienti fino a quando non sono ben amalgamati. Trasferire l'impasto sulla spianatoia e continuare a lavorarlo fino a quando non è ben liscio. Lasciare riposare una mezz'oretta e poi creare delle pagnottelle di 80/100 grammi l'una che con il mattarello stenderete molto sottili. Cuocere su una piastra o una padella antiaderente e farcire a piacimento. Nel caso delle tortillas, per farle rimanere morbide e non farle seccare, appena tolte dalla piastra avvolgerle in uno straccio sovrapponendole una sull'altra.

 ESCAPE='HTML'

Crespelle

Ingredienti:

120 gr di farina
200 ml di latte vegetale
2 cucchiai di olio di semi
70 ml di acqua

 

 

Procedimento:

Versare la farina in una ciotola e poi aggiungere lentamente il latte mescolato con l’acqua e l’olio. A seconda se la farcitura sarà salata o dolce salare o dolcificare lievemente. Amalgamare bene tutto fino ad ottenere un composto fluido e liscio e poi fare riposare per almeno mezz’ora. Dopo aver unto con un po’ d’olio una padellina antiaderente, versare qualche cucchiaio del composto e fare cuocere. Non appena i bordi della crepe si arricciano, girarla in modo da cuocerla su entrambi i lati.

 ESCAPE='HTML'

Pasta sfoglia

Ingredienti:

pastello:

250 gr di farina
150 ml di acqua
8 gr di sale

panetto:

75 gr di farina
250 gr di burro vegetale

 

Procedimento:

Per il pastello unire la farina, il sale e l'acqua ed amalgamare bene fino a quando l'impasto non diventerà omogeneo e un po' appiccicoso. Metterlo a riposare un'ora. Per il panetto, amalgamare il burro vegetale con la farina, mettere tutto frigo una mezz'oretta per poi stenderlo in mezzo a due fogli di carta forno dando uno spessore di circa 3 millimetri e formando un rettangolo di 1/3 più piccolo rispetto a come stenderemo il pastello. Stendere il pastello, appoggiare sopra in panetto precedentemente steso, piegare il tutto in una piega a 4 e stendere di nuovo con il mattarello, per poi ripiegare di nuovo con piega a quattro. Mettere in frigorifero avvolto nella pellicola per 40 minuti, e ripetere il tutto per 4 volte.

 ESCAPE='HTML'